Menu

È possibile, per un disabile, essere indipendente?

Sono passati 50 anni da quando Otello Venturini, fondatore dell’azienda divenuta Guidosimplex, ha cominciato a creare soluzioni per un problema che ancora oggi si presenta davanti a tante persone: permettere a chi ha disabilità motorie di guidare un’auto.
Tramite proprie iniziative (in quanto rispetta le principali certificazioni UNI EN ISO 9001:2008 e OHSAS 18001:2007) o in collaborazioni con importanti case automobilistiche (di fatto è accreditata presso TUTTE le case automobilistiche costruttrici e fa parte del programma Fiat Autonomy), Guidosimplex ha generato una miriade di dispositivi in grado di affrontare tantissime esigenze e soddisfarne altrettante, permettendo a più persone possibili di potersi mettere dietro un volante (anche agli appassionati di rally).
Oggi la Guidosimplex è presente in italia con ben 150 officine autorizzate

Solo per citare quattro casi in cui una persona potrebbe aver bisogno di un adattamento alla propria auto ci si accorge da subito quanto sia ampia la gamma di soluzioni, su più fronti:

– Acceleratore elettronico rotativo sotto il volante
– Acceleratore elettronico a cerchiello sopra il volante
– Acceleratore elettronico a cerchiello posto sotto il volante originale
– Acceleratore elettronico a cerchiello sfilabile
– Acceleratore elettronico a cursore

– Freno a spinta manuale in avanti
– Freno a spinta manuale in avanti da terra

– Tre tipologie di centraline comandi a raggi infrarossi
– Dispositivo di comando accensione luci, cambio luci, indicatori di direzione e clacson

– Adattamento pedale acceleratore a sinistra reversibile

E molte, molte, moooolte altre soluzioni…

Si potrà mai affermare che per un disabile è possibile essere indipendente?
Quanta rabbia, paura ed altre emozioni ci sono dietro l’impossibilità di fare cose che sono quotidiane e spesso date per scontate come il “giro in macchina”?

Beh, Guidosimplex fa di questa lotta il suo slogan in chiave decisamente rassicurante e positiva: “vivere in modo indipendente, per un disabile è possibile”.

Albert LLovera (primo pilota disabile nei mondiali di rally) e Takuma Aoki (ex pilota di MOTO GP) rappresentano sicuramente una grande speranza e motivazione!

PER SAPERNE DI PIÙ: http://l12.eu/guidosimplex-2237-au/6KM9V2RU75WA59S0N6JQ

#guidosimplex, #freedomtodrive, #disability #ad

 

Condividi con:

Facebook