Menu

Il ritorno del Wankel! – Wankel’s back!

 

 

 

 

 

 

«Disegnare una sportiva è il mio sogno più grande, sono un grande amante delle supercar, a partire dalla Ferrari. Se si vuole diventare uno dei marchi automobilistici più forti un’auto di questo tipo diventa fondamentale. Almeno, questa è la mia opinione personale».
– Ikuo Maeda, capo designer Mazda (inventore del Kodo)

Trazione posteriore, motore anteriore, cofano lungo stile batmobile e motore rotativo Wankel.

Sì, il Wankel si prepara per il suo ritorno e lo fa in grande stile: in Kodo stile!

Con l’uscita di scena della RX-8 il Wankel smise di assottigliare gli asfalti nel 2012, dopo due milioni di motori venduti.
Numerosi i vantaggi del motore rotativo:
– minor numero di pezzi rispetto a un motore tradizionale (più leggero, più compatto).
– mai più pistoni e bielle (vibrazioni tendenti allo zero).
– basta con la distribuzione e le valvole che si aprono e si chiudono.
– il miglior motore rotativo di sempre. (se fosse venduto da apple lo slogan sarebbe più o meno così)

In un certo senso una sorta di “pistone” c’è, ed è quel triangolone che potete vedere nel video qui in basso!

Ad ogni lato del triangolo sono presenti tre camere di combustione. Ergo, ad ogni giro completo del rotore corrispondono tre fasi complete di lavoro. Per ogni giro si aprono e si chiudono tre volte, contemporaneamente, aspirazione e scarico (l’accensione tramite le candele).
Con il motore Wankel si ha una fase utile ad ogni giro dell’albero motore.
Risultato? Maggiore potenza a parità di cilindrata (nei quattro tempi la combustione avviene ogni due giri dell’albero motore)

La domanda che sorge spontanea a questo punto è ovvia: perché sono stati venduti solo due milioni di Wankel?

Perché nessuno è perfetto e, vedendo che il Wankel aveva ancora tanto da migliorare, il mercato decise di prendersi una pausa di riflessione.

Un motore soggetto a continue (estenuanti) manutenzioni:
– tenute dei segmenti, ai vertici del triangolo, di basso livello…
– … con conseguenti fumate d’olio d’alto livello!

Maggior consumo dovuto alla limitazione della camera di scoppio e aumento di idrocarburi incombusti (e cioè maggior inquinamento).

Una bella sfida! Riuscirà Mazda a creare la sua super sportiva con un nuovo motore rotativo efficiente, efficace ed in grado di far breccia nel panorama automobilistico?
Per quanto mi riguarda sono fiducioso: i motori termici Mazda sono stati presi in gran considerazione dal gigante Toyota, l’arrivo di una futura “RX-7” (se mai questo sarà il nome) è previsto per il 2017 ed il concept presentato quest’anno al Salone di Tokyo mostra un fondo scala a 320 km/h ed un limite di 10000 RPM.

Una rivista giapponese parlava di “incremento della potenza tramite l’utilizzo dell’idrogeno”. Chissà, magari dietro c’è ancora Toyota!
_________________________________________________________________________

“Draw a sportscar is my biggest dream, I am a great lover of the Ferrari’s supercar. If you want to become one of the strongest automotive brands, this car typology is essential. At least, that’s my opinion.”
– Ikuo Maeda, Mazda’s chief designer (inventor of Kodo)

Rear-wheel drive, front-engine, a bonnet long like a batmobile and a Wankel rotary engine.
Yes, the Wankel is getting ready for his return in style: in Kodo style!

With the disappearance of the RX-8 the Wankel stopped thinning the asphalt in 2012, after two million engines sold.
The rotary engine has many advantages:

– Fewer parts compared to a traditional engine (lighter, more compact).
– Never more pistons and connecting rods (vibrations which tend to zero).
– stop with the distribution and valves which open and close.
– The best rotary engine ever. (if it was sold by apple slogan would be something like this)

In some sense a kind of “piston” is there, and it would be that big triangle that you can see in the video up in the italian version!

At each side of the triangle there are three combustion chambers. So, at every complete turn of the rotor, there are three complete work phases. For each lap will open and close three times, at the same time, intake and exhaust (switching on by the spark plugs).
With the Wankel motor there is a useful phase at every turn of the crankshaft.
Result? More power for the same engine capacity (in the four-stroke combustion takes place every two turns of the crankshaft)

The question arising at this point is obvious: why only two million Wankel were sold _? Because nobody is perfect and, seeing that the _ had still much to improve, the market decided to take a period of reflection. An engine subject to continuous (strenuous) maintenances:
– Sealing capacity of the segments, in the vertices of the triangle, of low-level…
– … Resulting in smoke oil of high level!

Greater consumption due to the limitation of the chamber and the increase of unburnt hydrocarbons ( that means increased pollution).

Quite a challenge! Will be Mazda able to create his super sportscar with a new efficiently and effectively rotary engine and able to make inroads in the automotive scene?
For myself I’m confident: Mazda’s thermal engines were taken in great consideration by Toyota (the giant), the coming of a future “RX-7” (if this will be the name) is scheduled for 2017 and the concept presented this year at the Tokyo Motor show have 320 km/h of end scale and a RPM limit of 10,000.

A japanese magazine told about “power increase through hydrogen”. Who knows, maybe Toyota is still there behind!

Condividi con:

Facebook