Menu

Ds: er lusso francese – Ds: french luxury

 

 

 

 

Tra tutte le novità degli ultimi giorni, i 3000 pick up presentati a Detroit e tante altre distrazioni, abbiamo messo da parte una delle più importanti novità dell’anno: il brand “DS” si scorpora dalla Citroen.
Esatto. Come Lexus da Toyota o Infiniti da Nissan, così è stato deciso per la DS, settore del lusso del marchio francese che acquista sempre più clienti da tutte le parti del mondo (specialmente in Cina).

“Come mai questa voglia di innovarsi da parte di Citroen?” direte voi. Semplice: competitività!

Carlos Tavares (er manager da Citroen) dice: “Per pianificare il nostro piano prodotti, abbiamo analizzato i bisogni del mercato del lusso, e abbiamo scoperto che i profitti si fanno con le berline a tre volumi e le Suv. Dunque, faremo berline tre volumi e Suv”

Ergo: se vuoi fare auto di lusso, devi staccarti da un marchio che fa auto “quotidiane”.
In più, se vuoi emergere (il che non è facile: Infiniti e Lexus fanno ancora fatica), devi puntare su obiettivi ben precisi.
Ecco perché in Cina c’è una diversa DS5!

A ciò bisogna anche aggiungere una rete di vendita adeguata.
Se un giorno vorrò (potrò) comprarmi una macchina di lusso credo che non mi recherò in una concessionaria accanto ad un Burger King dove l’agente per le vendite mi dirà “non faccia caso all’odore queste non camminano da un po’, ma basta una messa a punto che…”, “guardi che cinture di sicurezza! Sono di seta pura!”, “l’olio motore è quello originale della casa… dal ’97!”, “Ok, non avrà lo sportello del cassetto, non avrà i fanali posteriori, non avrà la strumentazione funzionante, non avrà i sedili… ma guardi che cerchi cromati! Eh?! No, dico: EH?!”.

Se un giorno vorrò comprarmi un’auto di lusso voglio essere trattato da re.
E allora ce sta n’artro francese che dice che vojono aprì 200 DS STORE (perché store fa più cool. Chi dice negozio è un poraccio.).
Che tipo te ce mettono il profumo “a la francese” (pe darti n’idea) e poi ce sta la mobiliatura, le luci (così nun poi dì che nun c’hai visto bene… soprattutto er prezzo!), la musica francese (che fa sempre chic, pure se vai al moulin rouge… che alla fine è un locale de mign…).
Insomma, vojono fa la butic dell’automobbile.

Spero che alla Citroen riescano tutti i progetti in cantiere.
Stanno lavorando bene (date le vendite) e con buoni progetti.
Magari un giorno avremo un’altra valida alternativa alle “premium” tedesche!

__________________________________________________________________________________________

Among all the news of the last few days, the 3000 pick up presented in Detroit and many other distractions, we set aside one of the most important news of the year: the brand “DS” is spun off from Citroen.

Exactly. As Lexus by Toyota or Nissan Infiniti, so it was decided for the DS, the luxury sector of the French brand that is gaining more customers from all parts of the world (especially in China).

“Why this desire to innovate by Citroen?” you say. Simple: competitiveness!

Carlos Tavares (the Citroen manager) says: “To make our product plan, we analyzed the needs of the luxury market, and we discovered that the best profits we can make are with the sedans and SUVs. So, we will notchback sedans and SUVs ”

So: if you want to make luxury cars, you have to break away from a brand that makes “daily” cars.
In addition, if you want to emerge (which is not easy: Infiniti and Lexus are still struggling), you have to focus on specific objectives.
That’s because in China there is a different DS5!
To this we must also add a proper sales network.

If one day I will buy a fancy car I don’t think I will go to a dealership next to a Burger King where the sales agent will tell me ” does not mind the smell these do not walk for a while ‘, but just a tune-up that… “,” look at that seat belts! They are pure silk! “,” the engine oil is the original from the factory… since ’97! “” Ok, will not have the desk drawer, will not have the taillights, will not have the board instruments, will not have the seats… but look at that chrome wheels! Eh ?! No, I say: EH?! “.

If one day I want to buy a luxury car I want to be treated like a king.
And then there is another Frenchman who says they want opened 200 DS STORE.
Worldwide, except in North America only. Large luxury shops, strategically placed in shopping areas that, in addition to showing the machines, giving customers the impression of entering a world exclusive, all in the name of “French luxury”, as I like to say the manager DS. To get an idea of the care with which the French are facing the project, considering that the DS Store will have furniture, lighting, music characteristic, and even a sweet-specific environment. Like some boutiques.

I hope to succeed Citroen all projects in the pipeline.
Are working well (given the sales) and with good projects.
Maybe one day we will have another viable alternative to the German “premium”!

Condividi con:

Facebook